Crea sito

Gruppo di lettura Momo

Il blog ufficiale del gruppo di lettura della biblioteca di San Pellegrino (Reggio Emilia)

Ecco le date e gli argomenti dei prossimi incontri:

  • 27 febbraio 2020 : condivisione di un libro a scelta di Helga Schneider
  • 26 marzo 2020 : condivisione del libro “Americanah” di Chimamanda Ngozi Adichie
  • 20 aprile 2020 : condivisione del libro “I vagabondi” di Olga Tokarczuk

Stasera abbiamo condiviso la lettura del libro “Dio è nato in esilio” di Vintila Horia.

Vecchia

I suoi trenta anni sono diventati cento

parla col pane e con la minestra

ama una coperta

mette la sedia al sole

come una vecchia

(Vivian Lamarque 1946)

 

Leggo per quanto mi è possibile, soltanto ciò di cui ho fame. E allora non leggo: mi nutro.

(Simone Weil)

 

I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito.

(Marguerite Yourcenar)

 

L’anti intellettualismo si è insinuato come una traccia costante nella nostra vita politica e culturale, alimentato dal falso concetto che democrazia significa “la mia ignoranza vale quanto la mia conoscenza”.

(Isaac Asimov 1860)

 

Le cose appartengono a chi le rende migliori.

(B. Brecht)

 

Ciò che si ottiene dalla lettura non ha niente di passivo.

(Vittorino Andreoli)

 

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni.

(Umberto Eco)

 

Fate piano

Fate piano si è addormentata

la televisione se l’è cullata

fate piano non sia svegliata

sta sognando di essere amata

(Vivian Lamarque 1946)

 

Per una specie di fatalità, le cose di cui più si parla tra gli uomini sono assai spesso quelle che meno si conoscono.

(Denis Diderot, voce Bellezza dell’Enciclopedia)

 

E se vale la pena rischiare, io mi gioco anche l’ultimo frammento di cuore.

(Ernesto Che Guevara)

 

Con un buon libro non ti senti mai solo.

 

Immobile

Sto ferma immobile

sono commossa di te.

(Vivian Lamarque 1946)

 

Gli sarebbe piaciuto venire al mondo in tutte le epoche, di continuo, e ogni volta, preferibilmente sempre.

(Elias Canetti, aforisma)

 

Il senso della vita è quello di trovare il vostro dono, lo scopo della vita è quello di regalarlo.

(Pablo Picasso)

 

Che fa il mio bimbo?

Che fa il mio capriolo?

Verrà tre volte ancora

E poi non verrà più (…)

Ieri ho avuto una visione

l’amore mio era in giardino

metà era vecchio

metà era bambino

l’ultima volta mi aveva detto

se mi ammalo tu mi ami?

e io avevo detto si

sai smacchiare le giacche?

e io avevo detto un po’

(Vivian Lamarque, Questa quieta polvere)

 

Leggendo non cerchiamo nuove idee ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma.

(Cesare Pavese)

 

Mascherina

Comincio a conoscerti mascherina

una volta che eri distratto

ho alzato un angolino

ho sbirciato sotto

ho visto un pezzetto di te

della tua pelle.

(Vivian Lamarque 1946)

 

Oh tenerezza umana, dove sei? Forse solo nei libri.

(Izet Sarajlic, Il cantore di Sarajevo)

 

“Se questo è sogno,

sospendimi la memoria;

come possono in un sogno

accadere tante cose?

(Calderon De La Barca, La vita è sogno)

 

Posso?

Posso saltarti al collo?

fare un sogno di te?

guardarti e toccarti?

assaggiarti un pezzetto?

farmi i codini fischiare?

giocare al lupo avere paura?

mangiarmi tutta con la tua bocca?

Si?

(Vivian Lamarque 1946)

 

Date parole al vostro dolore, altrimenti il vostro cuore si spezza.

W. Shakespeare, Macbeth)

 

Vieni micio

Vieni micio

scappiamocene da casa io e te

facciamo fagottino

tu con la tua coda nera

io con la mia tra le ganbe

mettiamoci in cammino.

(Vivian Lamarque 1946)

 

In mezzo a indiani

In mezzo a indiani

e piccoli cani

mia figlia e i suoi amici

hanno in corso l’infanzia

e come avvertirli?

(Vivian Lamarque 1946)

 

L’unica gioia al mondo è cominciare. E’ bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante.

(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere)

 

Se uso la parola è per pregarti

di ascoltare il mio fondo silenzio

Non c’è ancora un linguaggio (o s’è dimenticato)

per tradurre ciò  che a te ho da dire.

Un pagliaccio batteva su un tamburo.

Era musica d’angoli, secondo il mio cuore.

E non vedeva più nemmeno l’orso

che gli zompava accanto.

( Maria Luisa Spaziani, La stella del libero arbitrio)

 

Il mio amico deve essere un uccello

dal momento che vola.

Mortale deve essere il mio amico

dal momento che muore.

Possiede un pungiglione come l’ape.

Che strano amico mio

tu vuoi confondermi.

(Emily Dickinson, Tutte le poesie)

 

 

 

 

I prossimi appuntamenti saranno:

  • 19 dicembre 2019 ore 20.45 in biblioteca e il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “Casa d’altri” di Silvio D’Arzo.
  • gennaio 2020, data da definire, il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “Dio è nato in esilio” di Vintila Horla
  • febbraio 2020, data da definire, il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “I vagabondi” di Olga Tokarczuk
  • marzo 2020, data da definire, il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “Americanah” di Chimamanda Ngozi Adichie

Il prossimo appuntamento sarà il 21 novembre 2019 alle 20.45 in biblioteca e il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “Almarina” di Valeria Parrella.

Il prossimo appuntamento sarà il 24 ottobre 2019 alle 20.45 e il tema della serata sarà la lettura condivisa del libro “Le persiane verdi” di George Simenon. Non essendo aperta la biblioteca, saremo gentilmente ospitati da Alicia.

Libri condivisi di Dacia Maraini:

  • “Tre donne”
  • “Chiara d’Assisi”
  • “Corpo felice”
  • “Colomba”
  • “La lunga vita di Marianna Ucrìa”
  • Bagheria”

Letture dell’estate:

  • Helena Janeczek, “La ragazza con la Leica” – Guanda
  • Vittorio Zucconi, “Il lato fresco del cuscino” – Feltrinelli
  • Stefania Auci, “I leoni di Sicilia” – Nord
  • Antonio Scurati, “M. Il figlio del secolo” – Bompiani
  • Roberto Goussot, “Rischierò tutto per amore” – Tau
  • Erri de Luca, “Il peso della farfalla” – Feltrinelli
  • George Simenon, “Le persiane verdi” – Adelphi
  • Edoardo Albinati, “La scuola cattolica” – Rizzoli
  • José Saramago, “Caino” -  Feltrinelli
  • Jonathan Coe, “Middle England” – Feltrinelli
  • Vittorini Andreoli, “Il rumore delle parole” – Rizzoli
  • Todd Strasser, “L’onda” – BUR
  • Siminetta Agnello Hornby, “La mia Londra” – Giunti
  • Corrado Augias, “I segreti di Londra” – Mondadori
  • Cinzia Leone, “Ti rubo la vita” – Mondadori
  • Carlo Rovelli, “Ci sono luoghi al mondo dove più che le regole è importante la gentilezza” – Corriere della sera
  • Henry James, “Il carteggio Aspern ed altri racconti italiani” -  Garzanti
  • F. Scott Fitzgerald, “Il grande Gatsby” -  Feltrinelli
  • Franz Werfel, “Piccoli amori” – Guanda
  • Paolo Giordano, “La solitudine dei numeri primi” – Mondadori
  • Stefan Zweig, “La novella degli scacchi” – Einaudi
  • Stefan Zweig, “Mendel dei libri” – Adelphi
  • Joel Dicker, “Il libro dei Baltimore” -  La nave di Teseo

 

Il prossimo appuntamento sarà a settembre in data ancora da definire. I temi della serata saranno la condivisione dei libri letti durante l’estate, la lettura condivisa del libro “La ragazza con la Leica” di H. Janeczek e di un libro a scelta di Dacia Maraini. Buone vacanze!!

Il prossimo appuntamento sarà il 6 giugno: l’argomento sarà la lettura condivisa del libro “Le nostre anime di notte” di Kent Haruf

Ecco le date dei prossimi incontri:

  • 18 marzo 2019: l’argomento sarà la lettura condivisa del libro “Notturno indiano” di Antonio Tabucchi
  • 6 maggio 2019: l’argomento sarà la lettura condivisa del libro “Resto qui” di Marco Balzano